Patologie oculari

Desideriamo dare alcuni accenni per illustrare gli aspetti fondamentali delle patologie e dei sintomi più frequenti nei nostri pazienti.

Cataratta

È un'opacizzazione del cristallino,la lente situata all'interno dell'occhio preposta a focalizzare le immagini sulla retina.
La perdita di trasparenza del cristallino nella maggior parte dei casi è legata all'età; più raramente è di origine congenita, traumatica, dismetabolica, da radiazioni.

La cataratta induce una progressiva riduzione della qualità della visione e della percezione dei colori. Nelle fasi iniziali può essere presente una variazione refrattiva (miopia d'indice), sempre transitoria. Nelle fasi successive la cataratta si addensa con aggravamento del danno visivo.

La terapia è unicamente chirurgica (vedi chirurgia della cataratta) e consente di ripristinare una visione ottimale, a condizione che le altre strutture oculari sono integre.

Cheratocono

È un'alterazione della geometria e della struttura della cornea, che si deforma gradualmente, passando da un'aspetto sferico (quale si ha in un occhio normale), o ellittico (quale si ha in un occhio astigmatico) ad una forma irregolarmente conica. Contemporaneamente la zona deformata si assottiglia (ectasia) e la visione peggiora.
Nelle prime fasi il paziente può migliorare la qualità visiva con occhiali adeguati, ma in seguito deve obbligatoriamente ricorrere all'impiego di lenti corneali specifiche.

Nei giovani pazienti in cui l'evolutività è rapida o nei casi di intolleranza alle lenti corneali, si deve ricorrere ad interventi parachirurgici (CROSS LINKING CORNEALE) o chirurgici (impianto di INTACS; CHERATOPLASTICA LAMELLARE; CHERATOPLASTICA PERFORANTE).

Glaucoma

È l'innalzamento della pressione oculare associato a sofferenza del nervo ottico. La maggior incidenza della patologia è dopo i 40 anni, spesso esiste una familiarità positiva. È più frequente nei soggetti miopi e nei pazienti portatori di patologie sistemiche (diabetici,.). Nella maggior parte dei casi all'esordio il paziente è asintomatico, fino a che il danno visivo non diviene rilevante.
Si raccomanda pertanto la misurazione sistematica della pressione oculare dopo i 40 anni, soprattutto nei soggetti a rischio, a scopo PREVENTIVO.

L'individuazione dell'aumento pressorio quando il paziente non ha ancora sviluppato un danno irreversibile a carico del nervo ottico consente di attuare la terapia medica e/o chirurgica adeguata e di tutelare l'integrità della visione.

Strabismo

È un'alterazione della motilità oculare, che nella maggior parte dei casi esordisce nella prima infanzia, spesso con una componente familiare ereditaria. In molti casi si associa ad anomalie della refrazione (ipermetropia, astigmatismo, miopia, anisometropia). È di fondamentale importanza la diagnosi immediata e la conseguente terapia con lenti adeguate e con provvedimenti ortottici, in alcuni casi seguiti da chirurgia (vedi chirurgia dello strabismo).
Le possibilità di garantire una visione ottimale ed un recupero funzionale e motorio sono tanto maggiori quanto più precoce e rigoroso è il trattamento.

Più rare sono le forme di strabismo paralitico, di origine vascolare, diabetica, traumatica, neurologica, per le quali i criteri diagnostici e terapeutici sono differenti, ma comunque ottimizzati dalla tempestività della cura.

Patologie retiniche

Sono affezioni di varia natura, in alcuni casi correlate a patologie sistemiche (retinopatia diabetica, trombosi retiniche, occlusioni arteriose,.), in altri ad affezioni su base ereditaria e/o degenerativa (degenerazione maculare legata all'età, drusen, .), in altri a fattori strutturali (degenerazioni miopiche periferiche, rotture retiniche, membrane neovascolari, distacco di retina). Nelle fasi iniziali i sintomi possono essere assenti, oppure possono comparire riduzione visiva, distorsioni delle immagini, visione di lampi, ablazione del campo visivo.

Ancor più che nelle altre patologie oculari, nelle patologie retiniche è fondamentale la tempestività della diagnosi e della terapia per un miglior esito finale (vedi retina).

Utilizziamo cookie tecnici e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.
Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione e bloccare i Cookie, consulta la nostra informativa.